TOP
Studenti

Studenti in protesta contro la versione definitiva del PNRR

Secondo un recente comunicato diffuso da LINK Coordinamento Universitario, è stata organizzata una mobilitazione nazionale per protestare contro la versione definitiva del PNRR. Il motivo è da ricercare nella mancata estensione della No Tax Area (in passato promessa a 30mila euro) e negli appalti privati che andranno a costruire i nuovi alloggi per i fuori sede. La mobilitazione è fissata per giovedì 13 maggio 2021.

No tax area e borse di studio

Nel comunicato diffuso dalla LINK figurano le parole del Coordinatore Nazionale Lorenzo Morandi proprio sul mancato ampliamento della No tax area.

“Il testo del PNRR licenziato da Draghi fa significativi passi indietro rispetto alla precedente bozza. È stato completamente eliminato l’ampliamento della no tax area per le tasse universitarie. E contestualmente sono stati ridotti i finanziamenti complessivi per il diritto allo studio da 900 milioni a 500 milioni. Questa scelta per noi è inaccettabile e incomprensibile allo stesso tempo. In un momento in cui stanno emergendo tutte le difficoltà economiche causate dalla pandemia a famiglie e studenti”.

Non solo no tax area, quindi. Perchè il nuovo PNRR taglia anche della metà i fondi originariamente previsti per le borse di studio. Queste saranno sempre investite da un incremento, certo, ma non di quanto ci si aspettava. 

Preoccupazione anche per le residenze universitarie. 

“Siamo preoccupati anche dalle indicazioni del Governo circa la costruzione di nuove residenze universitarie – continua Morandi nel comunicato – dal momento che si prevede un forte ingresso dei privati nel finanziamento e nella gestione degli edifici che verranno realizzati. Crediamo che un servizio pubblico e per di più indirizzato al supporto del diritto allo studio non possa intrecciarsi con gli interessi e la ricerca di profitto dei privati”.