TOP
scuola di specializzazione

Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali: convenzione tra Pegaso e Mercatorum

Se sei interessato a promuovere e sviluppare le attitudini e le competenze professionali di figure quali magistrati ordinari, avvocati e notai, da oggi potresti scegliere di puntare sulla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell’Università Telematica Pegaso! Attivata per l’anno accademico 2021/2022, è istituita in convenzione con l’Università telematica “Universitari Mercatorum”.

Scuola di Specializzazione: come funziona

Seppur attivata da un’Università Telematica, la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali si comporrà, oltre che di moduli per approfondimenti teorici e giurisprudenziali, di attività pratiche come esercitazioni, discussione e simulazioni di casi, stage e tirocini. Sono altresì previste discussioni pubbliche di temi, atti giudiziari, atti notarili, sentenze e pareri redatti dagli allievi. 

La Scuola di Specializzazione ha infatti lo scopo di far sviluppare agli studenti tutte le capacità utili alla risoluzione di specifici problemi giuridici. Per questo sono previste attività didattiche da svolgersi in studi professionali, scole di notariato riconosciute dal Consiglio Nazionale del notariato e sedi giudiziarie, viste le convenzioni che l’Università ha stipulato. 

L’attività didattica si svolgerà presso le sedi dell’Università Telematica Pegaso di Napoli e dell’Università Telematica “Universitari Mercatorum” di Roma, in doppia modalità (in presenza e e-learning). 

Durata e frequenza

La frequentazione della Scuola di Specializzazione durerà due anni, con il primo anno comune e il secondo anno suddiviso in due indirizzi: giudiziario forense; notarile. Vista la natura della Scuola, la frequenza sarà obbligatoria. 

Per coloro che abbiano svolto il tirocinio formativo a norma dell’articolo 73 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, o la formazione professionale a norma dell’articolo 37, comma 5, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111 è possibile iscriversi, previo superamento di un test di verifica e il pagamento ridotto di € 300,00, direttamente al secondo anno della Scuola.

Come accennato, in modalità e-learning verranno svolte la maggior parte della attività, mentre in presenza verranno effettuate sessioni formative intensive. 

Come iscriversi

Per accedere alla Scuola di Specializzazione è prevista una selezione pubblica per titoli ed esame. Il numero di laureati in giurisprudenza da ammettere alla Scuola è di 65 (sessantacinque). Così come stabilito dal Decreto Interministeriale n.1081 del 7 settembre 2021 del Ministero dell’Istruzione, di concerto con il Ministro della Giustizia. 

Possono accedere al concorso i laureati in Giurisprudenza con diploma di laurea del vecchio ordinamento e coloro che hanno conseguito la laurea specialistica o magistrale in Giurisprudenza in data anteriore al 12 novembre 2021. 

Possono comunque presentare domanda i candidati non ancora in possesso del titolo accademico prescritto, ma a patto che il titolo venga conseguito in data anteriore alla prova d’esame, fissata per il 12 novembre 2021

La scadenza per l’invio della domanda di partecipazione è invece fissata per l’11 ottobre 2021

Sulla pagina dedicata sono disponibili tutti i regolamenti, i bandi e gli allegati. Oltre alle domande di ammissione e di immatricolazione e gli avvisi relativi alla procedura d’iscrizione con esonero tirocinio.