TOP

Milioni di euro per borse di studio, alloggi e no tax area: l’annuncio del Ministro

Che la legge di Bilancio 2021 avrebbe messo sul piatto molti fondi per le università era già noto, ma un post su Facebook del Ministro Manfredi ci aiuterà a fare un rapido e chiaro sunto della situazione.

“Stiamo lavorando da mesi per garantire e allargare il diritto allo studio, costruire un’università più inclusiva e abbattere le differenze sociali– ha dichiarato Manfredi nel post condiviso sulla nota piattaforma social – “Questi obiettivi li abbiamo proiettati nel futuro stanziando 277 milioni nella legge di bilancio per il Diritto allo studio”.

Ed ecco, quindi che il diritto allo studio sarà una delle manovre centrali della legge di Bilancio 2021. Nello specifico, ecco un quadro diviso per fondi e manovre precise elencato proprio da Manfredi;

  • 165 milioni di euro per il mantenimento della no tax area. Ciò permetterà agli studenti con un reddito Isee sotto i 20.000 euro di non pagare le tasse universitarie. Si era parlato di estendere la no tax area fino a 30.000 euro, ma è probabile che per questo obiettivo dovremmo aspettare il 2022;
  • 70 milioni che andranno a sostenere il FIS, il fondo dedicato alle borse di studio;
  • 15 milioni per aiutare gli studenti fuorisede con le spese d’alloggio, se questi presentino un Isee inferiore ai 20.000 euro e con un’iscrizione presso un’università statale;
  • 4 milioni per il miglioramento delle residenze studentesche;
  • 15 milioni che saranno destinati a coprire il triennio 2021-2023 per la valorizzazione, in toto, delle università a vocazione collegiale.

Le manovre si sono viste necessarie viste le difficoltà sempre crescenti che le famiglie devono affrontare per l’istruzione dei propri figli, difficoltà accentuate dalla recente crisi pandemica che non potevano essere ignorate. Con queste manovre l’università diventa davvero più accessibile, più inclusiva e per tutti.