TOP

Gli studenti sono disposti ad andare in ateneo col rischio covid? Lo studio

La domanda ci sembra più che mai ponderante. Tra università che ripartono a pieno regime, altre chiuse, altre che aprono solo alle matricole… quanti studenti sono realmente disposti a presentarsi in ateneo? A questa domanda tenta di rispondere uno studio della Rete universitaria per lo sviluppo sostenibile (Rus), varato a luglio e attualmente ancora in corso. Fino ad ora, sono stati raccolti i pareri di 85.000 campioni tra studenti, docenti e personale amministrativo sparsi per le università di tutta Italia.
Dallo studio risulta che il 66% di questi sarebbe disposto a recarsi presso il proprio ateneo di riferimento solo se la curva del contagio, e il suo rischio, rimanesse su livelli minimi. In caso contrario, il 61% si sposterebbe solo per motivi urgenti.
La maggior parte degli intervistati ha confermato che preferirebbe utilizzare la propria auto per spostarsi, nel caso di un innalzamento nel numero di contagi, e solo il 6% sceglierebbe una soluzione di mobilità attiva (a piedi, in bici o in monopattino). Ciò, ovviamente, mostra un sintomo di una sfiducia generale per quanto riguarda i mezzi pubblici e la loro sicurezza. Purtroppo la questione è ancora aperta e ampiamente dibattuta, ad esempio sulla reale efficacia di limitare all’80% della capienza massima il numero di passeggeri.